Aste immobiliari, Sud America e incontri poco simpatici

Aste immobiliari in Sud AmericaQuesto articolo è dedicato ad un argomento molto delicato e tratta di una cosa non particolarmente piacevole. Il fine di questo sito è però quello di dare informazioni utili e il più possibile corrette, anche se si tratta di qualcosa di cui non rallegrarsi particolarmente. Anzi, a maggio ragione in questo caso.

Il caso in questione

Ci riferiamo nella fattispecie del caso a delle esperienze avute da alcuni nostri lettori, così come da altri investitori immobiliari, che avevano l'intenzione di investire in alcune regioni del Sud America, partecipando ad aste immobiliari.

Più volte abbiamo detto che quella dell'asta immobiliare è, se ben percorsa, un'ottima strada per trovare immobili a costo inferiore a quello di mercato, per poterli poi rivendere ad un prezzo di mercato, realizzando quindi un interessante ritorno.

Per questo vi è chi, sapendo che alcuni paesi del Sud America hanno un economia che sta crescendo a tassi interessanti, prendono la decisione di investire nell'immobiliare in quelle regioni utilizzando le aste come piattaforma di recupero immobili a basso costo.

Ecco cosa puņ succedere

Quello che talvolta succede è però che questi investitori finiscono a volte per "scontrarsi" con gli interessi della malavita locale organizzata. Precisiamo chiaramente che ciò a cui ci riferiamo succede solo talvolta e solo in determinate località di alcuni paesi del Sud America. Non vogliamo quindi in alcun modo affermare che le aste immobiliari in Sud America siano in genere disturbate dagli interventi della malavita organizzata.

Per mancanza di dati precisi, non possiamo quì dare delle indicazioni determinate riguardo a quali aree e paesi in particolare si tratta. Vogliamo dare invece una descrizione generale delle difficoltà che un investitore immobiliare potrebbe avere al riguardo, assieme ad alcuni consigli che gli permettano di fronteggiarle, o per lo meno di avere degli elementi in più per prendere una decisione razionale.

Ecco quindi una situazione tipo che potrebbe capitare ad un investitore immobiliare in un caso come quelli suddetti. L'investitore si presenta ad un'asta, magari inizialmente solo per curiosare. Dopo un po' viene avvicinato da uno o più persone, che gli "fanno capire" che sarebbe meglio per lui rinunciare all'idea di acquistare gli immobili all'asta, perché diversamente potrebbe capitargli qualcosa di "poco piacevole".

Quello che succede in altre parole è che la malavita locale organizzata può tentare di impedire che all'asta partecipino altri concorrenti, perché così facendo riesce ad assicurarsi l'acquisto dell'immobile al prezzo base.

Cosa si puņ fare in questi casi?

Bene. A nostro avviso la cosa migliore è rinunciare all'asta. A meno che non si voglia correre il rischio di sperimentare il qualcosa di poco piacevole che l'organizzazione malavitosa paventava.

Sarebbe però poco serio non segnalare il fatto che alcuni preferiscono non rinunciare all'asta e non correre neppure il rischio di sperimentare quel qualcosa di poco piacevole. E lo fanno, quando e se si presenta la possibilità, semplicemente pagando una certa somma in denaro all'organizzazione, che in cambio gli permette di comprare l'immobile senza alcun problema.

Non certo piacevole, seppur interessante da notare, è che a volte l'organizzazione a cui l'investitore paga la somma può incaricarsi di fargli trovare l'immobile già "libero". Il motivo per cui generalmente gli immobili finiscono in un'asta giudiziaria è infatti l'impossibilità da parte del proprietario di continuare a pagare il mutuo stipulato per l'acquisto dell'immobile.

Può succedere però che gli inquilini dell'immobile, siano essi porprietari o affittuari, continuino ad occuparlo abusivamente anche dopo che è stato messo all'asta e venduto. L'investitore in casi simili si troverebbe quindi a dover in un modo o in un'altro fare i conti con gli occupanti dell'immobile. E' in queste situazioni che a volte l'organizzazione malavitosa, come "favore" all'investitore che gli ha versato la sudetta somma, può incaricarsi di sgomberare gli inquilini abusivi dall'immobile. Cosa che purtroppo sa bene come fare...

Riguardo alla soluzione del pagamento della somma all'organizzazione, ci sono tre considerazioni da fare. Una etico/morale: è un comportamento scorretto perché così facendo di fatto si favorisce l'azione ingiusta dell'organizzazione in questione.

Una legale/giuridica: in certi paesi questo potrebbe essere un reato perché può essere visto come una sorta di collaborazione con l'associazione malavitosa.

E infine una considerazione economica: così facendo ci si fa portare via una discreta fetta del guadagno possibile sull'immobile a basso costo. Quanto sia grossa tale fetta dipende dal singolo caso. Quello che non di rado succede è che la fetta può essere abbastanza piccola da giustificare la cosa.

In altre parole all'investitore immobiliare può convenire pagare qualcosa all'organizzazione perché così facendo alla fine riesce ugualmente ad avere un immobile che se acquistato attraverso canali diversi gli sarebbe costato in ogni caso di più. Ed è questo chiaramnte il motivo per cui ci sono persone che accettano di percorrere tale via.

Alcune alternative corrette

Chi però non vuole avere niente a che fare con soluzioni del genere e non di meno vuole in ogni caso fare un investimento in uno di questi paesi, a parte ovviamente le aste corrette e pulite che lo diciamo chiaramente sono in genere la maggioranza, ha di fronte almeno altre tre alternative, di cui abbiamo già in parte parlato in altri articoli:

1 - affidarsi ad una seria agenzia immobiliare specializzata negli investimenti
è la soluzione più facile e rassicurante, perché l'agenzia, se è davvero professionale, si occuperà di ogni aspetto dell'investimento, evitando all'investitore difficoltà e problemi di vario genere. L'altra faccia della moneta, in questo caso, è che l'agenzia spesso si prende in una maniera o in un'altra, una discrta fetta del guadagno sull'operazione, rendendo tale soluzione molto interessante ma anche meno economicamente conveniente di altre alternative.

2 - essere presenti sul luogo dell'investimento per un certo tempo
così da vere il modo di capire come funziona il mercato e quali sono i canali migliori, al di là delle aste, per arrivare velocemente alle occasioni più interessanti. E' una soluzione che se ben seguita può evere eccellenti ritorni economici. D'altra parte richiede non poco tempo di permanenza in un paese straniero e ottime possibilità di movimento, dato che potrebbe presentarsi la necessità di ritornare sul luogo in futuro, anche quando l'immobile è già stato acquistato.

Ed inoltre è una soluzione indicata soprattutto per gli investitori professionisti, che hanno già esperienze di altri investimenti e che sanno già, anche se non nello specifico, i diversi problemi di tipo economico, legale, tecnico, a cui si può andare incontro facendo le cose (più o meno) da sé.

3 - apoggiarsi a conoscenti fidati sul luogo
per chi ha questa possibilità è un'ottima soluzione. Chi sta sul luogo ed è del luogo spesso conosce prima degli altri le occasioni degli immobili migliori e può dare anche una mano a risolvere alcune questioni che possono capitare.

E' quindi una soluzione intermedia tra le prime due, anche se non è neppure questa alla portata di tutti, sia perché non tutti hanno delle conoscenze sul luogo, sia perché si può andare in ogni caso incontro a questioni di vario genere per cui un'assistenza professionale può essere in diversi casi molto utile.


In conclusione

Le aste, anche in Sud America sono un eccellente modo per arrivare ad immobili molto interessanti. Ma in quei casi in cui tale soluzione non è facilmente praticabile e si vuole mantenere la retta via della trasparenza e della legalità, ci sono soluzione alternative che possono dare soddisfacenti risultati con rischi relativamente contenuti, per chi sa scegliere ovviamente...


ARTICOLI SUGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI
2013: č ora di investire nell'immobiliare in Spagna?
Investimenti immobiliari a Berlino
Investimenti immobiliari estero 2012: iniziamo a tirare una somma
La casa ad uso abitativo come investimento immobiliare
Aste immobiliari, Sud America e incontri poco simpatici
Imparare a valutare scientificamente il mercato
Compratori e stimatori di immobili: ecco la mentalità vincente
Investire in immobili: la questione capitale
Investire all’estero o in Italia?
Investimenti immobiliari all’estero: come scegliere l’agenzia
Come vendere gli immobili sul web
Investimenti immobiliari in Brasile
Comprare all’asta: 3 errori da evitare
Aste immobiliari: principianti e professionisti
Dove si guadagna negli investimenti immobiliari
Investimenti immobiliari: come sapere quanto guadagni