La casa ad uso abitativo come investimento immobiliare

Dove si guadagna negli investimenti immobiliari

Gli italiani, è cosa risaputa, tra i popoli europei sono quelli che maggiormente possiedono le case in cui abitano. Comprare la casa in cui si abita è infatti considerato un "investimento sicuro" e inoltre si aggiunge è qualcosa che si rivaluta. Sembra quindi che la famiglia che tranquillamente investe nella casa in cui abiterà, fa qualcosa di sicuro e inoltre aumenterà il capitale...

Ma è davvero così? Un investimento di questo genere è un vero investimento immobiliare? La risposta sembra essere proprio NO. Il motivo è che un investimento, per sua stessa natura, è un'operazione che, in caso di riuscita, porterà un certo guadagno. Esiste davvero questo guadagno nel caso che stiamo esaminando?

E' possibile cha talvolta operazioni del genere, su periodi di una certa lunghezza portino ad un vero aumento del capitale. Ma più generalmente quello che succede è un'altra cosa.

Un vero aumento del capitale deve essere infatti valutato al netto dell'inflazione e delle spese di mantenimento e ristrutturazione. Non è difficile vedere che nella stragrande maggioranza dei casi se al supposto "capitale guadagnato" si sottraggono tali variabili, esso finisce per ammontare a zero.

Detto diversamente è una vera illusione credere che comprarsi una casa e andarci ad abitare sia qualcosa che alla fine ci darà inoltre necessariamente un guadagno. Il guadagno è solo apparente ed è dato dal non tenere in conto le variabili appena elencate.

Può certo succedere che a volte vi sia un guadagno reale. Ad esempio chi acquista una casa ad uso abitativo in una località che per un qualsiasi motivo vede nel tempo aumentare le richieste di immobili più che l'offerta, vedrà il valore reale della casa aumentare. Ma può anche succedere il contrario, nel caso in cui in quella località la domanda scenda rispetto all'offerta. Questi guadagni o perdite sono quindi essenzialmente "casuali".

E' importante quindi avere ben presente che un vero investimento immobiliare presuppone l'assunzione di una certa quantità di rischio, che invece la famiglia che si compra la casa in cerca di sicurezza al 100% non si prende, e una selezione degli immobili su cui effettuare l'operazione, basata su criteri specificamente speculativi (inteso in senso positivo).

Una famiglia che si compra una casa, sceglie l'immobile su criteri di utilità e preferenza personale. Un investitore sceglie invece l'immobile esattamente in base a calcoli e previsioni economiche, basandosi sulla propria abilità ed esperienza personale.

E sono proprio l'abilità di capire il mercato, in un certo momento in un dato luogo e per un certo target, che mancano alla famiglia dell'esempio, che quindi non potrà fare mai un vero investimento ma solo un acquisto.

Per concludere e per sfatare il mito della casa ad uso abitativo come investimento immobiliare, chi compra una casa per questo obbiettivo se guadagnerà alla fine qualcosa, lo farà, in maniera casuale, per le fluttuazioni periodiche del mercato. L'investitore che guadagnerà invece con un vero investimento immobiliare raggiungerà questo obbiettivo grazie a precise valutazioni del mercato e a previsioni sulla futura domanda/offerta, che se correte gli avranno permesso di abbassare il rischio e aumentare i guadagni.



ARTICOLI SUGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI
2013: ora di investire nell'immobiliare in Spagna?
Investimenti immobiliari a Berlino
Investimenti immobiliari estero 2012: iniziamo a tirare una somma
La casa ad uso abitativo come investimento immobiliare
Aste immobiliari, Sud America e incontri poco simpatici
Imparare a valutare scientificamente il mercato
Compratori e stimatori di immobili: ecco la mentalità vincente
Investire in immobili: la questione capitale
Investire all’estero o in Italia?
Investimenti immobiliari all’estero: come scegliere l’agenzia
Come vendere gli immobili sul web
Investimenti immobiliari in Brasile
Comprare all’asta: 3 errori da evitare
Aste immobiliari: principianti e professionisti
Dove si guadagna negli investimenti immobiliari
Investimenti immobiliari: come sapere quanto guadagni